Il Sentiero della Giogana


Montagna
Bosco
7h
19 km
750m+
Difficoltà

    PRENOTAZIONE BIGLIETTI

    Acconsento che i miei dati vengano raccolti ed archiviati come indicato nella pagina Privacy Policy.

    Ho letto e accetto i Termini e Condizioni di Viaggio

    Confermo la mia prenotazione e il pagamento secondo le modalità espresse in Termini e Condizioni di Viaggio

    Save To Wish List

    Adding item to wishlist requires an account

    6586

    2024-07-14

    Parco Nazionale del Casentino (FC-AR)

    “…questa giogana dell’Appennino conserva l’antica sua chioma ornata di una estesissima faggeta, contucciò pochi gioghi toscani conservano la loro criniera adorna cotanto come lo è quella di che si discorre.” cit. “Dizionario geografico fisico storico della Toscana”, Emanuele Repetti.

    Ancora oggi lo scritto del Repetti può essere considerato attuale nella descrizione fisica di questi luoghi situati nel cuore del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi.
    Il toponimo “Giogana” si riferisce ad antiche vie forestali percorse dai buoi “aggiogati” per il trasporto del pregiato legname d’abete delle foreste a cavallo tra Toscana e Romagna.

    Percorreremo lo storico crinale che dal Passo della Calla ci porterà all’Eremo di Camaldoli, un cammino di discreto sviluppo ma senza eccessi di dislivello e fatica.
    Dalla Calla rimonteremo il crinale lambendo l’area della Riserva Integrale di Sasso Fratino ed ammireremo gli enormi massi del Vallone di Pian Tombesi.

    Arriveremo a Poggio Scali, antico snodo di comunicazione tra Casentino e Romagna citato anche da Ludovico Ariosto nell’Orlando Furioso abbracciando con la vista il Falterona e la Verna, attraverseremo enormi faggete punteggiate da limpide fonti transitando dal Giogo di Secchieta, luogo che costituiva un punto di raccolta del legname.

    Passato il Prato al Soglio, vecchio abbeveratoio per animali al pascolo ci addentreremo nel magico bosco Sacro di Camaldoli, un’abetina pura e bellissima legata alla tradizione dell’Ordine fondato da San Romualdo e raggiungeremo infine il Sacro Eremo di Camaldoli in tempo per la sosta pranzo ed un amaro all’Antica Farmacia.

    Il rientro avverrà a ritroso comodamente sul percorso d’andata.
    Un percorso che vale un viaggio.

    Quota di partecipazione

    €18,00/persona

    Numero minimo di persone

    8

    Numero massimo di persone

    25

    Animali ammessi

    SI da comunicare alla prenotazione per verificare il raggiungimento del numero massimo consigliato per l’escursione.

    Tipologia di percorso

    Lineare, interessi naturalistici e storici

    Punto di ritrovo

    Luoghi di ritrovo/condivisione auto:
    A) Prato zona Est orario da definire
    B) Firenze Impruneta parcheggio Casello, orario da definire
    c) Luogo partenza escursione Passo della Calla (AR) ore 09,00
    Fine Escursione circa ore 16,00

    Compreso nella quota

    • Guida ambientale escursionistica

    Oggetti necessari

    • Pranzo a sacco
    • Acqua 2 lt a testa
    • Snack
    • Scarpe da trekking o trail impermeabili obbligatorie
    • Pantaloni lunghi
    • Abbigliamento a strati (micropile, antivento, guscio o k-way)
    • Bastoncini da trekking
    • Berretto
    • Zaino per carico giornaliero + copri zaino
    • Caricabatterie
    • Occhiali da sole
    • Crema Solare